voir le site
Amateurs ou spécialistes, venez vous exprimer sur le foot français, étranger et international.



  Accueil de ce forum  Rechercher  Aide  Charte
 
Mon inscription
Je m'inscris
   FORUM Sport » Football »

APRES LE MULTIPSEUDO, les FRENCHS inventent

 

1 utilisateur anonyme et 13 utilisateurs inconnus

 Mot :   Pseudo :  
 
 Page :   1  2
Page Précédente
Auteur Sujet :

APRES LE MULTIPSEUDO, les FRENCHS inventent

n°786971
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:12:26  profil
 

.... le MULTI NATIONALITE DE CLUBS PREFERE !

Avant-hier français, hier Anglais, demain Espagnols ? tout dépend de l'adversaire du jour opposé à un club italien.

Quelle misère, quel manque de dignité  kaola:{}  :D  lol:{}  hello:{}

 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°786982
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:22:58  profil
 

qu'est ce que je disais  sleep:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°786989
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:27:10  profil
 

Un peu comme au tennis où, le tennis français étant pourave, ils se la raclent en disant que Federer est "le + français des suisses", Baghdatis "le + français des chypriotes"...bref, cette tendance à tout franciser est typique du beauf français, à l'image de mozer qui vient sur le forum que lorsqu'une équipe italienne perd (et on dit que les italiens du forum sont des trolls..laissez-moi rire...)

n°786995
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:30:02  profil
 

juventinosempre a écrit :

Un peu comme au tennis où, le tennis français étant pourave, ils se la raclent en disant que Federer est "le + français des suisses", Baghdatis "le + français des chypriotes"...bref, cette tendance à tout franciser est typique du beauf français, à l'image de mozer qui vient sur le forum que lorsqu'une équipe italienne perd (et on dit que les italiens du forum sont des trolls..laissez-moi rire...)



et Ferrari est une écurie française, tout comme McLaren dont l'ingénieur en chef de la machine à café l'est également.
C pas la gastronomie que les frenchs devraient mettre au patrimoine de l'Unesco, c'est le chauvinisme et la c.onnerie !  lol:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°786997
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:30:54  profil
 

Arrête ils seraient capables!!mdr!!!

n°787001
Profil sup​primé
Posté le 05-03-2008 à 14:32:30  
 

canistrellu3 a écrit :

et Ferrari est une écurie française, tout comme McLaren dont l'ingénieur en chef de la machine à café l'est également.
C pas la gastronomie que les frenchs devraient mettre au patrimoine de l'Unesco, c'est le chauvinisme et la c.onnerie !  lol:{}




ON DIT MERCI JEAN TODT !

 lol:{}

 

n°787002
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:32:36  profil
 

juventinosempre a écrit :

Arrête ils seraient capables!!mdr!!!



LOL  lol:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787006
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:33:57  profil
 

cdm1 a écrit :

Un peu comme le foot suisse, luxembourgeois et belge est pourrave, alors vous vous prétendez italiens lol:{}

typique du beauf italien tshirt dans le slip lol:{}




Manque de bol je ne suis aucune des nationalités citées dans ta 1ere phrase.  :D

Parles pas de mode stp, l'Italie est en avance...c'est toujours mieux que des kaïra avec des Lacoste  :D

Ou le touriste french en short marron, chaussettes remontées au genou et chemise kaki (on en voit tous les ans à Rome, Turin ou en Toscane)  lol:{}  

n°787011
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:35:14  profil
 




Pourquoi tu remercies pas Briatore pour les 2 derniers titres de Renault??  ange:{}  

Ah ben non c'est un italien, ca t'arracherais la g.ueule...

n°787014
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:37:09  profil
 

juventinosempre a écrit :

Pourquoi tu remercies pas Briatore pour les 2 derniers titres de Renault??  ange:{}  

Ah ben non c'est un italien, ca t'arracherais la g.ueule...



Briatore italien ??? meuh non, ça finit pas en I

 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787021
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:39:47  profil
 

canistrellu3 a écrit :

Briatore italien ??? meuh non, ça finit pas en I




LOL  lol:{}    lol:{}    lol:{}

Mais alors, Todt...ca finit pas comme Dupont, Martin ou Durand...conclusion...  :D    ange:{}  

n°787024
Profil sup​primé
Posté le 05-03-2008 à 14:40:18  
 

juventinosempre a écrit :

Manque de bol je ne suis aucune des nationalités citées dans ta 1ere phrase.  :D

Parles pas de mode stp, l'Italie est en avance...c'est toujours mieux que des kaïra avec des Lacoste  :D

Ou le touriste french en short marron, chaussettes remontées au genou et chemise kaki (on en voit tous les ans à Rome, Turin ou en Toscane)  lol:{}




ET A NAPLES....LES EBOUEURS....ILS ETAIENT AUTANT EN AVANCE QUE LE RESTE !

KAKI ET MARRON....CA VA MIEUX QUE VESTE DE ROSE FUSCHIA SUR UN T-SHIRT ORANGE ET UN SHORT VERT VIPERE DANS DES BEURK & STOCK.....ET DES RAY-BAN A BALLE-MILLE !

 

n°787029
Profil sup​primé
Posté le 05-03-2008 à 14:40:58  
 

juventinosempre a écrit :

Pourquoi tu remercies pas Briatore pour les 2 derniers titres de Renault??  ange:{}  

Ah ben non c'est un italien, ca t'arracherais la g.ueule...




DIS MERCI A JEAN TODT D ABORD !

 :D  

n°787030
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:42:06  profil
 

cdm1 a écrit :

Sérieux, s'il devenait interdit de parler de la France, vous feriez une réelle dépression.

Même quand Milan perd, même quand la France met 3-1 à l'Italie, même quand la France fait mieux que l'Italie... vous êtes toujours là à la ramener.

Comment peut on passer autant de temps et de conviction à dénigrer, insulter et diffamer un pays et ses habitants ?

Même nos ancètres victimes des allemands ou autres populations ne passent pas autant de temps à en parler...



ya plus de club french en LDC t'es au courant ??!!! Keske tu fous ici alors si ce n'est pour troller  hello:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787035
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:43:36  profil
 

cdm1 a écrit :

Sérieux, s'il devenait interdit de parler de la France, vous feriez une réelle dépression.

Même quand Milan perd, même quand la France met 3-1 à l'Italie, même quand la France fait mieux que l'Italie... vous êtes toujours là à la ramener.

Comment peut on passer autant de temps et de conviction à dénigrer, insulter et diffamer un pays et ses habitants ?

Même nos ancètres victimes des allemands ou autres populations ne passent pas autant de temps à en parler...




Sérieux, quand le nombre de troll français aura diminué, on en reparlera. Je suis sur ce forum depuis l'avant cdm, et je réitère ce que je dis depuis le début, les hostilités ont été ouvertes par des frustrés français...point barre..et je rappelle aussi que des mecs comme heinz, mozer et cie n'ont rien à envier aux "trolls"italiens...comment peut-on passer autant de temps à dénigrer, insulter et diffamer un pays??...  ange:{}  

n°787039
Profil sup​primé
Posté le 05-03-2008 à 14:45:22  
 

juventinosempre a écrit :

Sérieux, quand le nombre de troll français aura diminué, on en reparlera. Je suis sur ce forum depuis l'avant cdm, et je réitère ce que je dis depuis le début, les hostilités ont été ouvertes par des frustrés français...point barre..et je rappelle aussi que des mecs comme heinz, mozer et cie n'ont rien à envier aux "trolls"italiens...comment peut-on passer autant de temps à dénigrer, insulter et diffamer un pays??...  ange:{}




calimero

n°787041
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:46:17  profil
 




Ma stai zitto stronzo...  :D

Je suis sérieux sur la mode italienne, je dis pas ça pour dénigrer qui que ce soit.

Je remercierais Todt le jour où Lyon remportera la ldc...  whistle:{}  

n°787042
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:47:09  profil
 

juventinosempre a écrit :

Ma stai zitto stronzo...  :D

Je suis sérieux sur la mode italienne, je dis pas ça pour dénigrer qui que ce soit.

Je remercierais Todt le jour où Lyon remportera la ldc...  whistle:{}



Todt viens de m'appeler: "je suis déjà vieux, t'es vache italie-juve !"
 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787048
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:50:12  profil
 

Tigrou311 a écrit :

un bon point pour ces deux-là.. à ranger dans la même catégorie.. la chasse est tjs ouverte !!




Ciao Tigrou come stai??

Non ho visto la partita di ieri, pero il Milan ha fatto troppi errori...sono juventino, anche noi siamo male..abbiamo preso 4 punti su 12 possibile...poco... cry:{}  

n°787049
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:50:54  profil
 

Rivaldiino a écrit :

Je suis anglais depuis hier, et serai peut être espagnol plus tard selon les résultats des ritals. Comme mon père qui était français jusqu'en 42, puis allemand, puis français communiste, puis Gaulliste, puis Maoiste en 68 et Sarkoziste depui Avril l2007. Je l'admire mon père  sweat:{}


 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787050
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 14:51:08  profil
 

canistrellu3 a écrit :

Todt viens de m'appeler: "je suis déjà vieux, t'es vache italie-juve !"



mdrrr!!!!!  lol:{}    lol:{}

Là il est parti voir si y'a pas moyen d'acquérir l'immortalité  lol:{}  

n°787053
Profil sup​primé
Posté le 05-03-2008 à 14:52:27  
 

juventinosempre a écrit :

mdrrr!!!!!  lol:{}    lol:{}

Là il est parti voir si y'a pas moyen d'acquérir l'immortalité  lol:{}





CA VAUDRAIT MIEUX POUR FERRARI !

 :D  

n°787056
machiavell​o
t'as le recto...
Posté le 05-03-2008 à 14:53:41  profil
 

cdm1 a écrit :



quand la france est nulle part ... vous la ramenez  pt1cable:{}

quand la france fait mieux ... vous la ramenez aussi  pt1cable:{} (beaucoup plus meme) votre race est faites ainsi...

exemple type du francais :
 Un italien dira... BBBBUUUUTTTT... formidable  jap:{}
LE FRANCAIS dira... un super extra mega hyper extraordinaire but d'anthologie pour un simple but ouch:{}


ps:les malades ,c'est vous
sarcastic:{}  lol:{}  lol:{}  hello:{}



nb:milan a trouvé plus fort... :D  la prochaine fois

Message cité 1 fois
Message édité par machiavello le 05-03-2008 à 14:55:37

---------------
j'ai le verso...la censure n'est que  pour la realité ou la verité...
n°787060
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 14:55:39  profil
 

machiavello a écrit :

testpp a écrit :



quand la france est nulle part ... vous la ramenez  pt1cable:{}

quand la france fait mieux ... vous la ramenez aussi  pt1cable:{} (beaucoup plus meme) votre race est faites ainsi...

exemple type du francais :
 Un italien dira... BBBBUUUUTTTT... formidable  jap:{}
LE FRANCAIS dira... un super extra mega hyper extraordinaire but d'anthologie pour un simple


ps:les malades ,c'est vous
sarcastic:{}  lol:{}  lol:{}  hello:{}

avec Thierry Gilardi c'est encore plus fort, y a buuuut à chaque passe réussie... tu vois un peu l'ambition mdr



nb:milan a trouvé plus fort... :D  la prochaine fois


 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787096
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:10:20  profil
 

multipseudo et ... MULTI NATIONALITE DE CLUBS PREFERE !
 
Avant-hier français, hier Anglais, demain Espagnols ? tout dépend de l'adversaire du jour opposé à un club italien.  
 
Quelle misère, quel manque de dignité  kaola:{}  :D  lol:{}  hello:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787107
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:13:52  profil
 

Tigrou311 a écrit :

italia juve je te la fais en français, l'italien, je débute.. lol
Le match d'hier soir?? tu n'as pas perdu grand chose.. mis à part la première demi heure pour nous, le reste fut en faveur des gunners... Que cela nous serve de leçon !! y a du boulot, j'espère qu'on va enfin s'en rendre compte..
Ton pseudo indique bien que tu es juventino, mais faut pas trop t'en faire, vous irez, comme je l'avais dit, en Champions la saison prochaine.. Et pitié, faites-moi plaisir, allez rechercher le scudetto à l'Inter, ce sera faisable..




Je l'espère, mais en restant objectif, on va avoir beaucoup de mal à revenir sur la Roma (trop de matchs perdus avec des erreurs bêtes). Cela dit, si on a la possibilité, on se gênera pas pour aller le chercher. Je suis réaliste, je pense que finir 3e est déjà un bon parcours, même si je préfèrerais une place qualificative directe pour la ldc...mais bon, on remonte de série B, on a une équipe encore en construction sur certains secteurs (défensifs notamment)..je m'en fais pas trop, on y arrivera, pis si c'est pas cette année, ca sera l'an prochain  :D  

Milan c'est un peu différent, en sachant que la défense est trop vieille, là Milan doit vraiment se mettre en quête des successeurs de Maldini & co...

n°787111
machiavell​o
t'as le recto...
Posté le 05-03-2008 à 15:15:00  profil
 

cdm1 a écrit :

c'est vraiment le monde à l'envers

hier, et même encore aujourd'hui, compte le nombre de topic "lyon humilié" et "milan humilié"

Evidemment, heinz et compagnie n'ont rien à vous envier... sauf que je vous rappelle qu'ils le font à domicile, ils vont pas le faire sur les forums italiens...


encore heureux... imagines les siciliens... eux sont capable de venir chez toi lol:{} pas froid aux yeux..eux

 


---------------
j'ai le verso...la censure n'est que  pour la realité ou la verité...
n°787115
machiavell​o
t'as le recto...
Posté le 05-03-2008 à 15:16:22  profil
 

cdm1 a écrit :

qu'ils viennent



 tu connais la sicile ...   :??:  


---------------
j'ai le verso...la censure n'est que  pour la realité ou la verité...
n°787120
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:19:06  profil
 

Tigrou311 a écrit :

Citation:

Je l'espère, mais en restant objectif, on va avoir beaucoup de mal à revenir sur la Roma (trop de matchs perdus avec des erreurs bêtes).

le scudetto pour la saison prochaine.. Cette saison j'avais prédit une place en champions..directe ou en passant par les qualifs  ;)
Tiens à ce propos, Platoche a fait passer son projet de réduire le nombre de places qualificatives??
Citation:

Milan c'est un peu différent, en sachant que la défense est trop vieille, là Milan doit vraiment se mettre en quête des successeurs de Maldini & co...

Tout le monde le dit, il n'y a qu'Iznogoud et le grand Vizir pour ne pas le voir.. un labrador qu'il leur faut..  ;)



zambrotta a priori pour maldini
 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787121
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:19:30  profil
 

cdm1 a écrit :

Exactement comme vous, encore et encore

Vous êtes supporter des équipes qui jouent contre la france ou les clubs français

Quel manque de dignité




Le retour de flamme, cdm1, le retour de flamme...

Dois-je rappeler qu'après ce fameux 9 juillet, chaque match italien, que ce soit en national ou en ldc, dans des sports qui ont rien à voir avec le foot (rugby, volley...), étaient scrutés par les trolls nommés mozer, heinz et cie??et ce depuis plus d'un an et demi!! Je dis pas que c'est normal de créer des topics à la con, mais y'a un moment faut comprendre, t'attaques une fois, 2 fois, 3 fois, le mec il réplique à un moment c'est obligé!!J'ai jamais rien eu contre les français, mais depuis la cdm, avec ce que j'ai vu, lu et entendu, j'arrive plus à me dire que vous nous respectez..dsl

n°787124
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:20:02  profil
 

cdm1 a écrit :


Evidemment, heinz et compagnie n'ont rien à vous envier... sauf que je vous rappelle qu'ils le font à domicile



 martounet:5
 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787126
machiavell​o
t'as le recto...
Posté le 05-03-2008 à 15:21:09  profil
 

cdm1 a écrit :

qu'ils viennent



 
fait divers dans une region sicilienne
 

 







 2007

2 maggio, pesante intimidazione a Realmonte, in via Belvedere, dove 2 colpi di fucile da caccia sono esplosi contro una Golf Volksvaghen parcheggiata. L’auto e’ di una fioraia, Francesca Argento.

3 maggio, due omicidi di mafia nell’agrigentino. 8 arresti della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, e della Squadra mobile e dei Carabinieri di Agrigento, contro il pentito reo confesso Luigi Putrone di Porto Empedocle, Giuseppe Vetro di Favara, Leoluca Bagarella di Corleone, Giuseppe Gambacorta di Porto Empedocle, Arturo Messina di Agrigento, Giuseppe Fanara di Santa Elisabetta, Vincenzo Licata di Grotte e Giovanni Aquilina, anche lui di Grotte. Le vittime sono l’ex Capo provincia di Cosa nostra agrigentina, Antonino Di Caro, di Canicatti’, e l’imprenditore di Favara, Antonio Costanza, uccisi rispettivamente il 23 ed il 24 giugno del 1995.

4 maggio, un bandito solitario quanto abile, travisato al volto e armato di taglierino, rapina la ‘’Banca Nuova‘’ di Canicatti’, in largo Amendola. Il bottino ammonta a circa 15mila euro.

6 maggio, a Siculiana Marina subisce un incendio il ristorante ‘’Lustru di luna’’. Ignoti malviventi avrebbero appiccato il fuoco ad una pedana in legno esterna al locale. Le fiamme si auto estinguono. I danni sono minimi.

6 maggio, l’ ultima settimana di campagna elettorale prima del voto delle Amministrative del 13 e 14 maggio registra una impennata improvvisa della temperatura del clima elettorale. Al piazzale Aster di San Leone Polizia e Carabinieri denunciano decine di persone per disordini insorti durante una kermesse musicale a sostegno del candidato Sindaco, Enzo Camilleri. A Favara, invece, una busta contenente una lettera ed un bossolo di gomma, con l’avvertimento che il prossimo sarebbe stato vero, e’ recapitata a Don Diego Acquisto, parroco della chiesa di San Vito, a don Nino Giarraputo, parroco della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, ed a Calogero Montaperto, assessore designato della eventuale Giunta del candidato Sindaco, Diego Cusumano, sostenuto dalla cosiddetta Coalizione dei Valori, tra Margherita, Udeur e Liste civiche. Nella lettera e’ scritto ‘’di ritirare la designazione come assessore di Calogero Montaperto ’’.


7 maggio, la Polizia arresta Giuseppe Angarussa, 24 anni, di Porto Empedocle, sorpreso all’interno di un’abitazione di via Garibaldi intento a coltivare 8 piante di marijuana alte 1 metro, ventilate e riscaldate con dei fari alogeni. I poliziotti sequestrano anche 2 panetti di hashish per complessivi 300 grammi e 2 foglie di marijuana stese ad essiccare per altri 50 grammi.

7 maggio, i Carabinieri arrestano a Campobello di Licata il bracciante agricolo Calogero Meli, 48 anni, perche’ viola il divieto di accesso a casa dei genitori. Meli sfonda la porta ed, in stato di ebbrezza, aggredisce il padre e la madre.


8 maggio, macabra scoperta al Parco dell’Addolorata di Agrigento dove un ciclista si accorge di un cadavere riverso a terra. Polizia e Vigili del Fuoco sul posto: e’ in avanzato stato di decomposizione, morto da almeno 4 giorni. Si tratta di un rumeno di 40 anni senza fissa dimora, Marcel Mistreanu. Secondo i primi accertamenti l’uomo non sarebbe morto per cause traumatiche bensi’ perche’ colto da malore.


9 maggio, una ragazza di 24 anni di Agrigento presenta una querela al Posto di Polizia dell’Ospedale ‘’San Giovanni di Dio’’ perche’ il 31 marzo ha partorito una bambina e dopo 10 giorni infernali, tra febbre a 41 e dolori all’addome, le e’ fuoriuscito dall’utero un gomitolo di garza.

10 maggio, ad Agrigento, in via Gioeni, intorno alle 8, e’ ucciso e bruciato un topo davanti ad un magazzino. Al collo del topo e’ legato un cappio ed un facsimile elettorale.

10 maggio, attentato intimidatorio a Porto Empedocle, in contrada Bellavista, dove ignoti tagliano le ruote dell’automobile, una Citroen, del vice Sindaco di Porto Empedocle, Gianni Hamel.

10 maggio, un pensionato di Naro, Calogero Contato, 84 anni, muore vittima di un incidente stradale in contrada Donna Ligori, nei pressi del cimitero. L’uomo, a bordo di una vespa 50, si scontra con un’automobile guidata da una ragazza.

11 maggio, la Corte d’Appello di Palermo conferma la condanna ad 8 anni di carcere a carico di Libertino Gallo Cassarino, 20 anni, di Agrigento, reo confesso dell’omicidio di Calogero Gagliano, il 20enne ucciso da una coltellata al petto il 2 maggio del 2004 al Lungomare di San Leone.

11 maggio, la Cassazione conferma la sentenza che il 3 marzo del 2006 ha emesso la Corte d’Appello di Palermo nell’ambito di uno stralcio del processo Fortezza, scaturito dall’omonima operazione antimafia condotta dai carabinieri di Agrigento il 2 luglio del 2001. Nel dettaglio: 4 anni di reclusione per Calogero Lavignani, 6 anni di carcere per Rocco Ianni’, 5 anni e 8 mesi per Calogero Labbate, 9 mesi per il pentito empedoclino Alfonso Falzone, tutti di Porto Empedocle, 1 anno e 4 mesi per Alfonso Lo Zito, di Agrigento, accusato solo di voto di scambio politico mafioso.

16 maggio, i Carabinieri arrestano i fratelli Fabio e Calogero Gambino, di 21 e 24 anni, di Agrigento, sorpresi a San Giovanni Gemini, in contrada Miniera Spina, lungo la statale 189, a bordo di un’automobile ed in possesso di un panetto di hashish di 105 grammi e 400 euro in contanti.

18 maggio, presunto tentato omicidio a Palma di Montechiaro. Un agricoltore di 67 anni, Salvatore Sambito, si e’ presentato all’Ospedale di Canicatti’ : ‘’sono stato colpito alle spalle dai pallini di un fucile mentre lavoravo il mio terreno ma non ho visto chi ha sparato ‘’. Non e’ esclusa l’ipotesi di un incidente di caccia.

19 maggio, i Carabinieri arrestano Danilo Fazio, 30 anni, di Canicatti’, e Calogero Messina, 24 anni, di Agrigento, accusati di tentata estorsione a danno di un imprenditore di Favara, titolare di un Circolo ricreativo, che nel passato ha testimoniato in Tribunale contro Fazio contribuendo alla sua condanna a 3 anni di reclusione. Ecco perche’ Fazio avrebbe preteso dall’imprenditore 7 mila euro come risarcimento per la detenzione.

19 maggio, i Carabinieri arrestano Calogero Pollicino, 23 anni, e Salvatore Stagno, 34 anni, entrambi di Favara, accusati di furto a danno di una Azienda agricola di Naro in contrada Robadau.


19 maggio, i Carabinieri arrestano Stefano Conticello, 38 anni, di Ribera, perche’ ha coltivato nel giardino della propria abitazione 26 piante di cannabis indiana gia’ alte circa un metro e 50. Sequestrati anche alcuni semi di hashish e cartucce calibro 12 detenute illegalmente.


20 maggio, incidente stradale a Lampedusa, lungo la strada che dal centro abitato conduce verso l’interno. Una motocicletta si ribalta lungo l’asfalto: Giuseppe Esposito, 23 anni, titolare di una pescheria, muore.

20 maggio, Odissea nel Canale di Sicilia. Una carretta di clandestini approda a Lampedusa tra stenti e difficolta’. Sono 26 immigrati e 2 sarebbero morti durante la traversata iniziata il 12 maggio dalla Libia. Nel frattempo, 80 miglia a sud di Lampedusa si dissolve misteriosamente nel nulla un barcone con 53 clandestini a bordo avvistato da un aereo di ricognizione dopo l’allarme lanciato da un immigrato con un telefonino. Nella tarda mattinata del 26 maggio un rimorchiatore di Malta scopre una trentina di immigrati aggrappati ad alcune gabbie per i tonni, a circa 120 miglia a sud di Malta, in acque di competenza libica. E’ probabile che i 30 siano alcuni dei 53 che hanno subito il naufragio.


22 maggio, sacrilegio e profanazione a Palma di Montechiaro dove, durante la notte, ignoti appiccano il fuoco ad uno dei tre ingressi della Chiesa Madre retta da don Angelo Portella, vicario foraneo a Palma. Ad Agrigento, invece, subisce un incendio la merce esposta all’esterno del Negozio di giocattoli ‘’Pelonero’’, al Villaggio Mose’, lungo il viale Leonardo Sciascia.

22 maggio, i Carabinieri arrestano a Licata un operaio di 40 anni, Giuseppe Trigona, il quale, al culmine di un litigio con la moglie, avrebbe tentato di investire la donna con la propria automobile, una Fiat Panda. Trigona avrebbe tentato di investire anche un Carabiniere intervenuto sul posto insieme ad altri Colleghi per sedare la lite.

23 maggio, il Tribunale di Agrigento condanna a 7 anni di reclusione un pensionato di Cattolica Eraclea, Antonino Marchetta, accusato di sequestro di persona, violenza sessuale e detenzione di arma perche’ avrebbe segregato e costretto due ragazze minorenni a subire atti di libidine sotto la minaccia di una pistola.

24 maggio, e’ il giorno dell’operazione cosiddetta ‘’Santa Rita‘’ : i Carabinieri scoprono nelle campagne di Ribera, in localita’ Santa Rosalia, in contrada Scirinda, una maxi piantagione di canapa indiana. I militari contano 612 piante alte anche 2 metri e sequestrano 15 chili e mezzo di marijuana gia’ essiccata, pronta per il mercato. Un rumeno e’ sorpreso in flagranza di reato mentre innaffia l’erba. Vioriel Bodolica, 25 anni, e’ arrestato.

25 maggio, l'ex capo della cosca mafiosa stiddara di Porto Empedocle, Salvatore Grassonelli, 63 anni, muore nel carcere napoletano di Secondigliano. Il detenuto, fratello di Gigi e figlio di Giuseppe, vittime della strage di via Roma del 21 settembre dell’86, e padre di Giuseppe, anche lui ergastolano, si sarebbe suicidato impiccandosi con un lenzuolo nella propria cella.

25 maggio, intimidazione a Burgio dove ignoti tagliano le ruote dell’automobile del Comandante dei Vigili urbani, Luigi Alessi, 48 anni, originario di Sciacca. Il Comune di Burgio dal 3 agosto del 2005 e’ amministrato da 3 Commissari prefettizi dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose.

26 maggio, detenzione e spaccio di cocaina: i Carabinieri arrestano a Favara Martino Tinaglia, 36 anni, sorpreso mentre vende a 120 euro alcune dosi di droga a due tossicodipendenti.

29 maggio, dopo 3 anni si conclude, con la piena assoluzione, perche’ il fatto non sussiste, il processo a carico degli Amministratori del Consorzio Arcadia, che gestisce i servizi aggiuntivi della Valle dei Templi di Agrigento. Cosi’ come richiesto dal pubblico ministero, Fornasier, il Giudice per le udienze preliminari, Luisa Turco, assolve dall’accusa di estorsione i fratelli Silvio e Giovanni Alessi, il ragioniere Mario Spoto ed il commer******ta Giovanni Alessi, omonimo del primo. Un dipendente del Consorzio Arcadia ha denunciato la presunta estorsione ma nonostante accurate indagini, svolte anche attraverso intercettazioni ambientali, non e’ emersa alcuna ipotesi di reato.

1 giugno, sviluppi nell’ambito dell’inchiesta sulle truffe all’Agenzia delle Entrate di Palermo. Un imprenditore di Ribera, Benedetto Ragusa, 57 anni, e’ ristretto ai domiciliari perche’ accusato di avere pagato 18 mila euro di tangente a Umberto Giambertone, impiegato dell'Agenzia Palermo 2, per cancellare un debito di 118mila e 227 euro. L’episodio e’ confessato dallo stesso Giambertone, gia’ arrestato.

3 giugno, a Licata la Polizia arresta Calogero Burgio, 35 anni, ed Angelo Incorvaia, 50 anni, entrambi di Licata, sorpresi a Ravanusa, in contrada Palate, a bordo di una Fiat Panda, ed in possesso di un chilo e mezzo di cocaina.

6 giugno, una donna di Menfi, Giuseppa Taormina, 27 anni, e’ in carcere. Pensate: la ragazza avrebbe adescato un venditore ambulante alla Stazione centrale di Palermo. I due si appartano nella villetta in campagna della donna e lei narcotizza l’uomo e gli ruba 500 euro. Dopo un sonno di 5 ore l’ambulante denuncia tutto alla Polizia che arresta Giuseppa Taormina.

6 giugno, i Carabinieri di Ribera arrestano, in flagranza di reato per tentato furto all’interno di un’abitazione, Marcella Costanza, 28 anni, Gioacchino Licata, 22 anni, e Giuseppe Tabbone, anche lui di 22 anni.

6 giugno, la Corte d’Appello di Palermo, a conclusione del giudizio abbreviato, conferma la sentenza di primo grado e condanna Libertino Castelli, 51 anni, di Porto Empedocle, a 6 anni e 8 mesi di reclusione. Castelli e’ accusato di triplice tentato omicidio e lesioni: il 25 marzo del 2005 sparo’ in paese contro alcuni congiunti di una donna insidiata dallo stesso Castelli.


8 giugno, incidente stradale mortale alle prime ore del mattino a Favara. Lungo la strada provinciale 3, alla periferia del paese, una Fiat Panda fuori strada si schianta contro il gard rail. Una donna di 39 anni, Carmela Micciche’, muore. Il figlio di 8 anni e’ ricoverato in gravi condizioni all’Ospedale di Agrigento ma non e’ in pericolo di vita.

9 giugno, sabato, a tarda sera, al Villaggio della Gioventu’ di Raffadali, un ragazzino di 11 anni, Giuseppe Sciarratta, sfugge al controllo dei genitori, si arrampica sulla struttura in ferro di un’opera in costruzione, perde l’equilibrio e precipita nel vuoto da almeno 8 metri. Giuseppe Sciarratta muore durante il trasporto in Ospedale. Il sindaco Silvio Cuffaro proclama il lutto cittadino.

11 giugno, a Campobello di Licata, in contrada Garcitella, ignoti appiccano il fuoco alla casa in campagna di Antonio Turco, 46 anni, di Campobello di Licata, Ispettore del Lavoro ad Agrigento. Ed ancora, a Cammarata, in contrada Rossino, e’ incendiata la casa rurale di una casalinga di 47 anni, Onofria Bonaccolta. Ed a Licata, al Piano Bugiades, il fuoco divora il capannone di un meccanico di 23 anni, Francesco Zarbo.


12 giugno, durante la notte, a Villaseta, frazione di Agrigento, una bimba di 9 mesi, Giorgia B. , muore soffocata a causa di un rigurgito di latte. La piccola poppa il latte e poi dorme. All'alba la scoperta della tragedia. Inutile la folle corsa in Ospedale.

12 giugno, pesante intimidazione a Licata. Ignoti abbandonano per terra 5 proiettili di fucile calibro 12 innanzi alla saracinesca della Gelateria di Paolo Clementi, 55 anni, in Corso Vittorio Emanuele.

13 giugno, tre malviventi, armati di taglierino ed a volto scoperto, rapinano la banca San Francesco di Licata, in piazza Sant’Angelo. Il bottino ammonta a 50 mila euro.

13 giugno, una rissa a San Leone la sera del 7 gennaio del 2001, ed un’ auto che investe accidentalmente e uccide Francesco Pirrera, 32 anni, di Favara. Il Tribunale di Agrigento condanna 4 trentenni di Palma di Montechiaro, protagonisti della rissa culminata in tragedia. 4 mesi di reclusione ciascuno per Giuseppe Canta, 37 anni, Gaspare Calafato, 33 anni, e Gioacchino Falco, 41 anni. Salvatore Bonello, 34 anni, alla guida dell’auto che in retromarcia ha investito Pirrera, e’ condannato ad 1 anno di carcere per omicidio colposo. Pena sospesa per tutti.

15 giugno, omicidio a Palma di Montechiaro dove, innanzi al Cimitero comunale, e’ ucciso con 3 colpi di pistola 7 e 65, due al petto ed uno alla testa, un pensionato di 82 anni, Domenico Pace. Poche ore dopo il delitto si costituisce ai Carabinieri l’omicida. Si tratta del cugino di Domenico Pace, Salvatore Sambito, 67 anni. A provocare il delitto sarebbero stati rancori personali. Il 18 maggio scorso Sambito e’ stato colpito alle spalle dai pallini di un fucile mentre lavorava il proprio terreno. A sparare, cosi’ come ha raccontato Sambito, sarebbe stato Domenico Pace, il quale a sua volta sarebbe stato convinto che Sambito gli avesse rubato un fucile.

16 giugno, il Tribunale di Agrigento condanna a 18 anni di reclusione Giuseppina Attardo, 40 anni, la donna di Favara reo confessa dell’omicidio di Francesco Gambacorta, il commerciante di Camastra di 51 anni ucciso il 26 gennaio del 2006 nelle campagne tra Agrigento e Favara.

17 giugno, naufragio nel Canale di Sicilia. 60 miglia a largo di Lampedusa la Marina militare recupera 14 cadaveri di immigrati clandestini.


18 giugno, ad Agrigento un malvivente scippa la borsa all’impiegata di una tabaccheria diretta in Banca per depositare 20 mila euro. L’uomo fugge con un complice a bordo di un’auto.

21 giugno, picchiato, seviziato e costretto a subire angherie dai compagni di scuola. Le immagini registrate con un telefono cellulare. Un bambino di 7 anni di Menfi, alunno della scuola elementare, non frequenta piu’ la classe ed e’ in cura dagli psicologi che tentano di capire l’entita’ dei traumi subiti. Il padre si rivolge ad un avvocato, Pino Virga, che presenta un esposto alla Procura di Sciacca. Il branco sarebbe stato scoperto e punito dagli insegnanti.


22 giugno, un eroe a Sciacca, nella spiaggia di San Giorgio. Un carabiniere, Antonio Gelone, salva due bambini, di 11 e 8 anni, ed una donna che rischiano di annegare perche’ i due piccoli, su di un materassino, non riescono piu’ a tornare a riva, e la madre annaspa tra le onde.


25 giugno, intimidazioni a Licata e non solo. In via Palma ignoti sparano 3 colpi di pistola calibro 7 e 65 contro la finestra dell’abitazione di un pensionato, Gaspare Antona, 70 anni. In Corso Italia un uomo sarebbe stato inseguito da un altro uomo armato che avrebbe anche sparato. Nessuno pero’ ha denunciato quanto sarebbe accaduto. Ed ancora, in contrada Sant’Oliva subisce un incendio un trattore custodito all’interno dell’Agriturismo ‘’Colle d’Oro’’. Ed ancora, ignoti incendiano il portone di ingresso dell’abitazione di un Assistente Capo della Polizia penitenziaria in servizio al carcere di Agrigento, Giovanni Guarragi, di Siculiana.


27 giugno, naufragio nel Canale di Sicilia, 60 miglia a largo dalle coste di Lampedusa e di Malta. 23 immigrati si aggrappano a delle gabbie per i tonni. In attesa del salvataggio uno muore. E’ una donna.

28 giugno, il Tribunale di Agrigento condanna a 18 anni di carcere Vincenzo Rinallo, 24 anni, di Canicatti’, che il 26 novembre del 2005 ha ucciso con un colpo di pistola calibro 7 e 65 Salvatore Guaneri, 22 anni.


28 giugno, la Guardia di Finanza arresta a San Leone un uomo di 38 anni, D.M, sorpreso in possesso di 50 grammi di hashish, un coltello e 5mila euro.


28 giugno, il Tribunale di Agrigento condanna ad 8 anni di reclusione Giuseppe Stracuzzi, 69 anni di Licata, ed a 5 anni Antonio Alabiso, 74 anni, anche lui di Licata, entrambi accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta Progresso, scaturita dall’omonima operazione antimafia del 14 febbraio del 2005.


28 giugno, a Licata e’ ancora escalation di attentati intimidatori. All’interno del mercato di via Giarretta ignoti danneggiano il camion frigorifero del commerciante di prodotti ortofrutticoli Giuseppe Cuttitta. Nella zona di Piano Bugiades subisce un incendio un deposito in costruzione di attrezzature per l’impresa di proprieta’ dell’imprenditore Calogero Malfitano, 40 anni.


1 luglio, ‘’Ciao, vado al mare’’. Maurizio Zappino, 33 anni, di Grotte, saluta la madre. Il treno da Grotte ad Agrigento, e da li’, in autobus, a San Leone. A casa pero’, in contrada Palo, al piazzale Vinti numero 4, Maurizio, manovale edile, non e’ piu’ ritornato. La famiglia denuncia la scomparsa. Il cadavere in avanzato stato di decomposizione e’ scoperto il pomeriggio del 27 luglio ad Agrigento, nelle campagne sotto il parcheggio di Piazzale Rosselli.


2 luglio, Franco Di Leo, 38 anni, di Sciacca, Agente immobiliare, muore durante la notte all’Ospedale Civico di Palermo dove e’ ricoverato con l’elisoccorso dopo un incidente stradale. In contrada San Marco, Franco Di Leo, a bordo di una motocicletta, si scontra contro un’automobile guidata dal proprio zio. Prima il trasporto al Pronto Soccorso di Sciacca, poi a Palermo, poi la morte.


2 luglio, il cadavere semi-carbonizzato di Filippo Mezzapelle, 42 anni, di Menfi, prima ucciso a colpi di pistola e poi bruciato, e’ scoperto nei pressi della spiaggia di Menfi, in contrada Bertolino, vicino ad un Albergo in costruzione dove Mezzapelle ha lavorato come Guardiano notturno. A scoprire il corpo senza vita e’ un altro dipendente del cantiere. Il 29 maggio del 1993, Mezzapelle, detenuto per reati contro il patrimonio e spaccio di droga, ha incendiato, per protesta contro un televisore guasto, una cella nel carcere di Sciacca. Nel rogo morirono tre reclusi, Benedetto Evangelista, 40 anni di Palermo, Andrea Piccione, 20 anni, di Erice, e Francesco Montalbano, 28 anni, di Menfi. Altri 4 furono feriti e intossicati. Uno dei 4, Salvatore Luciano Cardinale, gravemente ustionato, ha preteso un risarcimento danni di 300 milioni. Filippo Mezzapelle, tossicodipendente, e’ stato piu’ volte in carcere. Il primo agosto del 2006 e’ stato beneficiato dall’indulto. L’uomo ha pero’ minacciato la madre e cosi’ il Tribunale gli ha imposto il divieto di dimora a Menfi.


2 luglio, i Giudici della Corte d’Appello di Palermo assolvono l’ ex sindaco di Campobello di Licata, Calogero Gueli, e la moglie, Nicolina Terranova, dall'accusa di abuso edilizio che sarebbe stato perpetrato in un proprio immobile rurale. I Giudici assolvono dall'accusa di abuso e omissioni di atti d'ufficio anche l'ex ingegnere capo del Comune, Roberto Cordaro, il responsabile del Settore urbanistica, Salvatore Paci, e il direttore e progettista dei lavori, Diego Gulizia.

3 luglio, suocericidio a Racalmuto. Un muratore, Luigi Gagliardo, 49 anni, da poco tempo senza lavoro, litiga con la moglie ed il suocero a casa propria, in via Filippo Villa. Gagliardo spara con una pistola calibro 38 detenuta legalmente perche’ cacciatore. Un colpo alla moglie, Carmela Rizzo, 43 anni, ed un colpo al suocero, Salvatore Rizzo, 84 anni. Poi sale sull’automobile e irrompe a casa della suocera, in via Beccaria, vicino la chiesa Madre, e spara. La donna, Salvatrice Chiodo, 77 anni, e’ morta. Luigi Gagliardo si costituisce ai Carabinieri. Al magistrato titolare dell’inchiesta, Lucia Brescia, Gagliardo racconta: ‘’ non potevo parlare, mi dicevano sempre di essere un fannullone e di andare a lavorare ‘’. A casa di Gagliardo sono sequestrate anche altre armi da caccia. Carmela e Salvatore Rizzo sono feriti, ricoverati ma non in pericolo di vita.

3 luglio, nel primo pomeriggio due malviventi armati di coltello rapinano l’agenzia del Banco di Sicilia al Villaggio Mose’ di Agrigento. Il bottino ammonta a 10 mila euro. I due fuggono a bordo di un’automobile con un terzo complice.


4 luglio, la Cassazione confermato la condanna a 16 anni di carcere a carico di Teresa Morreale, 66 anni, di Canicatti’, che il 2 maggio del 2003 ha ucciso, con 70 coltellate ed usando 3 coltelli, Giovanni Casa, 77 anni, conosciuto come il Mago d'Oriente. Teatro del delitto fu lo studio, ad Acireale, del cartomante, colpevole – secondo la donna – di non essere stato capace di toglierle il malocchio. Teresa Morreale, dunque, non avrebbe voluto pagare il cartomante. Da qui’ la lite e l’omicidio.

7 luglio, i Carabinieri arrestano, ai domiciliari, Antonino Sciortino, 26 anni, ed Umberto Sciortino, 22 anni, entrambi di Siculiana, commercianti di automobili usate, accusati di rissa, lesioni personali e detenzione illegale di arma da fuoco. Lo scorso 15 giugno, all’interno della propria Concessionaria, i due Sciortino avrebbero esploso un colpo di pistola a fine intimidatorio al culmine di un diverbio con due creditori aggrediti anche fisicamente.


7 luglio, brutale incidente nelle campagne di Santa Elisabetta, in contrada Niglio, dove un agricoltore, a bordo della propria motozappa, trancia il piede sinistro del figlio, F.R, di 7 anni. Il bambino e’ subito trasportato in Ospedale, ad Agrigento. E’ impossibile recuperare l’arto, peraltro dimenticato nel terreno teatro dell’investimento. Il bambino e’ ricoverato al ‘’Sant’Elia’’ di Caltanissetta e poi al ‘’Civico’’ di Palermo.


9 luglio, ‘’ avrebbero costretto un camionista a pagare 1000 euro per recuperare l’autocarro che gli e’ stato rubato ‘’. A Licata la Polizia arresta Carmelo Sirone, 41 anni, pregiudicato, ed Angelo Cosentino, 30 anni, incensurato, accusati di ricettazione ed estorsione.


9 luglio, non si hanno piu’ notizie di Giuseppe Puccio, 27 anni, celibe, di Sciacca. I genitori denunciano la scomparsa ai Carabinieri. Il giovane lavora in un' impresa artigianale. Intorno alle 13 e’ visto da alcuni conoscenti all'interno di una sala giochi. Poi si e’ persa ogni traccia. Lunedi’ 16 luglio una telefonata a ‘’Chi l’ha visto? ‘’ su Rai 3: ‘’Giuseppe e’ a casa di amici a Viterbo‘’.



9 luglio, i fratelli Domenico e Taddeo Mancuso sono stati arrestati dai poliziotti del Commissariato di Palma di Montechiaro lo scorso 9 febbraio nell’ambito dell’operazione cosiddetta Libertas. I due Mancuso sono accusati, tra l’altro, del tentato omicidio di Giacomo Mazza. Adesso il padre dei due, Giuseppe Mancuso, 60 anni, bracciante agricolo in pensione, al quale e’ stato gia’ imposto il divieto di dimora in provincia di Agrigento, e’ arrestato perche’ ha scritto 3 lettere anonime al magistrato della Procura di Agrigento, Luca Fuzio, ed ha screditato lo stesso Mazza tentando cosi’ di favorire i due figli detenuti.


11 luglio, due egiziani, uno e’ minorenne e l’altro ha appena compiuto 18 anni, ospiti del Centro ‘’Peter Pan’’ di Naro gestito dalle suore, sono arrestati dai Carabinieri perche’ avrebbero estorto denaro ai minori clandestini ospiti dello stesso Centro. Sono state le stesse vittime del pizzo a denunciare i due egiziani.

12 luglio, mafia e 5 omicidi, e poi ancora, tentati omicidi e detenzione di armi. 10 arresti dei Carabinieri di Agrigento e della Direzione distrettuale antimafia di Palermo tra Santa Elisabetta, Raffadali, Sant'Angelo Muxaro, Racalmuto e Grotte. E’ l’operazione cosiddetta ‘’Sicania 2’’. Gli arrestati, Salvatore Fragapane, 51 anni, di Santa Elisabetta, gia’ capo provincia di Cosa nostra agrigentina, ergastolo definitivo al processo Akragas. Il figlio Stefano Fragapane, 29 anni, in carcere dal 14 luglio del 2002, giorno dell’operazione Cupola. Giuseppe Fanara, 51 anni, di Santa Elisabetta, all’ergastolo dopo le inchieste Akragas e killer anche del maresciallo Guazzelli. Vincenzo Licata, 51 anni, di Grotte, anche lui ergastolano al processo Akragas, cosi’ come Giuseppe Brancato, 49 anni, di Santa Elisabetta. E poi ancora Giovanni Aquilina, 59 anni, di Grotte. I 6 rispondono di associazione mafiosa, omicidio e tentato omicidio. Poi gli altri 4 indagati: Raffaele Fragapane, 30 anni, nipote di Salvatore, cugino di Stefano e figlio di Francesco, vittima della lupara bianca nel 1977. Raffaele Fragapane e’ stato gestore di un Centro di telefonia cellulare ed avrebbe fornito le schede telefoniche alla famiglia mafiosa di Santa Elisabetta. Di detenzione e traffico di armi rispondono: Roberto Vito D’Alessandro, 39 anni, di Sant’Angelo Muxaro. Alessandro Vella, 30 anni, di Agrigento, e Pasquale Vella, 44 anni, di Raffadali.

13 luglio, lo sottopongono alle impronte papillari: i Carabinieri arrestano a Favara lo slavo Zeliko Dimitrievic, 33 anni, che per ben 15 volte, dal 2002 in poi, fornendo sempre un nome e cognome diverso, ha evaso l’ordine di espulsione del Prefetto.


13 luglio, uno scooter contro un camion : una ragazza di 15 anni, Roberta Costanza, di Bivona, muore durante il trasporto in Ospedale a Ribera.


15 luglio, i Carabinieri arrestano Tanino Mortellaro, 32 anni, di Santo Stefano di Quisquina, sorpreso a San Giovanni Gemini, in largo Nazareno, in possesso di 7 grammi di hashish di cui Mortellaro tenta invano di disfarsi quando si accorge dei Carabinieri.


16 luglio, blitz della Polizia a Licata. 2 arresti. Giacomo Marino, 34 anni, pregiudicato e sorvegliato con obbligo di dimora a Licata, cavalca la sua moto Ktm. Dietro di lui e’ seduto Alessandro Bonfissuto, 19 anni. Contrada Safarello. I due sono travisati con il casco integrale. Sparano contro l’ingresso di un’abitazione e poi altri colpi verso una finestra. Una telefonata anonima al 113. Il portone e’ sforacchiato, buchi dappertutto. A terra 5 bossoli di una pistola calibro 9. Le indagini e le testimonianze. Marino e Bonfissuto in carcere. I due avrebbero sparato contro la casa di un loro ex complice di scorribande criminali, che poi si e’ convertito sulla via di Damasco provocando la rabbia dei due ex compagni di merenda.

16 luglio, la Polizia arresta a Licata un rumeno di 38 anni, Ioan Covachi. L’uomo sarebbe entrato a casa di due coppie di rumeni. Ha colpito con un pugno un marito ed ha afferrato la moglie, trascinandola con se’ dentro la propria abitazione dove poi e’ stato scoperto ed ammanettato.

16 luglio, la statale 189 Agrigento – Palermo miete un’altra vittima. Nel pomeriggio, intorno alle 15 e 30, innanzi al bivio verso Comitini, due automobili si scontrano frontalmente. Una Ford Fiesta azzurra, diretta verso Agrigento. Ed una Mercedes 320 grigia che viaggia verso Palermo. L’impatto e’ violento e accartoccia le due auto. Il conducente della Ford Fiesta muore sul colpo. Si tratta di Francesco Capozza, 60 anni, di Casteltermini. Ferite e ricoverate in Ospedale ad Agrigento le due persone a bordo della Mercedes. Si tratta dell’imprenditore di Agrigento, Calogero Russello, 67 anni, e del figlio Giovanni Russello, di 35 anni.


17 luglio, a Licata i Carabinieri arrestano Giacomo Marino, 34 anni, gia’ detenuto perche’ presunto responsabile di una irruzione a colpi di pistola contro l’abitazione di un licatese, e Filippo Graci, 25 anni. I due sono accusati di spaccio di cocaina, distribuita, a volte, anche in quantita’, da 25 a 30 grammi.

18 luglio, un gommone con a bordo 26 immigrati clandestini si capovolge 187 miglia a sud di Lampedusa. Un motopesca italiano, il Monastir, recupera 14 naufraghi e un cadavere. Gli altri 11 sono dispersi.

18 luglio, secondo naufragio, 40 miglia a sud da Lampedusa. 22 sopravvissuti e 4 morti tra cui un bambino, recuperati dalla Marina militare. La seconda sciagura si sarebbe verificata durante le manovre di soccorso della nave Sfinge della Marina. Ecco perche’ la Procura di Agrigento avvia un’inchiesta ipotizzando i reati di naufragio colposo e omicidio colposo.

18 luglio, gravissimo incidente stradale lungo la Catania – Palermo, nei pressi di Buonfornello. Un Pulmino ‘’Scudo’’ tampona un Furgone Ducato fermo sulla corsia d’emergenza del viadotto Imera. A bordo del pulmino muore sul colpo una coppia originaria di Ravanusa ma emigrata in Germania, a Leverkusen, e adesso in ferie. Si tratta di Giuseppe Inguanta, 34 anni, e Margherita Burgio, 38 anni. Feriti in gravissime condizioni sono i 4 figli : un bambino di 3 anni e 3 fratelli di 10, 15 e 17 anni. Muore anche il conducente del furgone, Bartolo Cirafici, 61 anni, di Altavilla Milicia.


19 luglio, sono stati arrestati dai Carabinieri il 23 settembre del 2006 e sono i presunti componenti del Commando che a Siculiana, la notte tra il 30 ed il 31 dicembre del 2005, ha ucciso il giovane geologo di Aragona, Stefano Di Giacomo, 29 anni, sorpreso insieme a tanti altri amici durante una giocata a carte natalizia. A conclusione del giudizio abbreviato, il Giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ha condannato all’ergastolo Antonio Fretto, 20 anni, di Porto Empedocle, ritenuto l’assassino di Di Giacomo. Inflitti invece 20 anni di reclusione ciascuno ad Antonio Gagliano, 20 anni di Realmonte. David Tuttolomondo, 20 anni, di Porto Empedocle, Alfonso Iacono, 21 anni, di Porto Empedocle, Francesco Bruno, 20 anni di Siculiana, e Giovanni Salvaggio, 25 anni, di Favara.

20 luglio, la Polizia arresta a Palma di Montechiaro Salvatore Arancio, 44 anni, pregiudicato del luogo. Durante la notte, probabilmente in preda ai fumi dell’alcol, Arancio, a bordo di una motocicletta, tenta a tutti i costi di entrare al Commissariato di Palma, provando anche a sfondare il cancello. Minacce, insulti, poi l’aggressione dei Poliziotti intervenuti per sedare l’esagitato che e’ ammanettato dopo non poche difficolta’.

20 luglio, raid vandalico al Villaggio della Gioventu’ di Raffadali. Ignoti danneggiano le aiuole, il teatro ed anche il monumento in onore del professor Nino Aurelio Cuffaro.

21 luglio, due malviventi, entrambi disarmati ed uno travisato al volto, minacciano gli impiegati e rapinano la Banca Sant’Angelo di Licata, in via Palma. Il bottino ammonta a 7 mila euro.

21 luglio, a Canicatti’, al Viale Regina Margherita, una donna, forse sarda, trentenne, entra dentro la Gioielleria Vicki e distrae la commessa tanto che l’impiegata non si accorge che la donna ruba dalla merce esposta sul tavolo un contenitore con gioielli per un valore di circa 20mila euro.

21 luglio, metanolo killer a Licata dove una donna della Romania, Gedina Corcoz, 40 anni, cardiopatica, sposata con figli, muore all’interno della propria abitazione, in via Bolzano. L'allarme e’ lanciato dal marito che telefona al 118. Inutili i soccorsi. La donna sarebbe morta perche’ avrebbe bevuto un liquore "casalingo", a base di metanolo, che gli immigrati dell'Est preparano spesso in casa.


23 luglio, pesante intimidazione a Licata, lungo la statale 115. Durante la notte, intorno alle 4 e 30, ignoti esplodono un colpo di pistola, forse calibro 38, contro la saracinesca del night club Manhattan, appena fuori il centro abitato.

25 luglio, caldo soffocante, tutti al mare. A meno che non sei sorvegliato speciale e non hai l’obbligo di dimora a Favara. E cosi’ Carmelo Cusumano, 34 anni, di Favara, e’ arrestato lungo le spiagge di San Leone da due carabinieri fuori servizio che si accorgono di lui. Cusumano risponde di violazione della legge sulla sorveglianza speciale.

26 luglio, la disfida di Cattolica Eraclea. Una ragazza si confida con i genitori: ‘’un’altra ragazza mi ha rubato il fidanzato‘’. La famiglia si scatena alla ricerca della ragazza ladra di cuori e la incontra fuori da un negozio del paese insieme alla propria madre. Insulti, minacce e botte. Una rissa furibonda. Intervengono i carabinieri. Tutti denunciati, tranne la madre della ragazza che avrebbe rubato il fidanzato alla compaesana. I 4, quindi le due ragazze, ed il padre e la madre della ragazza tradita, risponderanno a vario titolo di ingiurie, minacce, lesioni e rissa in luogo pubblico.

27 luglio, violenta rissa a Favara, in via Reale. Calci e pugni. I 3 rissanti sono arrestati dai Carabinieri. Si tratta di Alessandro Caramanno, 29 anni, che rispondera’ anche di violazione degli arresti domiciliari a cui e’ sottoposto, e dei fratelli Carmelo Crapa, 38 anni, ed Antonio Crapa, 36 anni.

28 luglio, poco meno di 4 mesi dopo ‘’Agrimarket’’ altro grave incendio al Villaggio Mose’ di Agrigento dove nel pomeriggio brucia un deposito di merce del negozio ‘’Italporte’’. Paura e danni. Vigili del Fuoco impegnati a lungo per domare le fiamme.

30 luglio, e’ una delle operazioni antimafia destinata ad occupare una delle pagine piu’ importanti del libro della storia della lotta alla mafia agrigentina. E’ l’inchiesta cosiddetta Domino 2 della Squadra mobile della Questura di Agrigento, del Commissariato di Canicatti’ e della Direzione distrettuale antimafia. 24 arresti per associazione mafiosa armata. Scoperti mandanti ed esecutori materiali di 10 omicidi e 3 tentati omicidi.
Gli arrestati
Diego Agro’, 61 anni, di Agrigento
ed il fratello Ignazio Agro’, 69 anni.
Giuseppe Carlisi 37 anni di Grotte.
Carmelo Bono 73 anni di Sciacca.
Calogero Castellana 80 anni di Racalmuto.
Luigi Gagliardo 33 anni di Racalmuto.
Eduardo Cino 30 anni di Racalmuto.
Ignazio Licata 33 anni di Agrigento.
Ignazio Sbalanca 28 anni di Agrigento.
Giuseppe Manta 37 anni di Racalmuto.
Calogero Castronovo 59 anni di Agrigento.
Nicolo’ Cino 66 anni di Racalmuto.
Giovanni Aquilina 58 anni di Grotte.
Giuseppe Fanara 51 anni di Santa Elisabetta.
Salvatore Di Gangi 65 anni di Polizzi Generosa.
Joseph Focoso 37 anni di Siculiana.
Giuseppe Gambacorta 49 anni di Porto Empedocle.
Vincenzo Licata 51 anni di Grotte.
Salvatore Fragapane 51 anni di Santa Elisabetta.
Giuseppe Sferrazza 49 anni di Racalmuto.
Arturo Messina 62 anni di Agrigento.
Diego Petruzzella 60 anni di Racalmuto.
Pietro Rizzo 56 anni di Racalmuto e’ ricercato.
Gerlandino Messina 35 anni di Porto Empedocle e’ latitante.
Gli omicidi contestati e gli esecutori materiali.
Giuseppe Sole e’ ucciso a Racalmuto il 7 settembre del 91 da Giuseppe Fanara e Joseph Focoso.
Angelo Terrana e’ ucciso a Grotte il 7 ottobre del 92 da Maurizio Di Gati e da Giuseppe Macaluso, poi assassinato.
Salvatore Sole e’ ucciso a Racalmuto il 26 agosto del 92 da Joseph Focoso.
Giovanni e Salvatore Restivo Pantalone sono uccisi a Racalmuto il 24 dicembre del 91 da Giuseppe Fanara, Joseph Focoso e Calogero Castronovo.
Salvatore Alaimo e’ ucciso a Racalmuto il 17 dicembre del 90 da Diego Di Gati, fratello di Maurizio.
Carmelo Restivo Pantalone e’ ucciso a Sciacca il 24 ottobre del 95 da Luigi Putrone e Giuseppe Gambacorta.
Ignazio Orlando e’ ucciso a Racalmuto il 6 luglio del 91 da Giuseppe Fanara.
Antonino Caravasso e’ ucciso a Racalmuto il 5 ottobre del 91 da Giuseppe Fanara e Joseph Focoso.
Sarebbero tutti omicidi di mafia.
Mariano Mancuso, invece, ucciso ad Aragona il 28 settembre del 92, sarebbe stato vittima di usura dei fratelli Ignazio e Diego Agro’. Mancuso li ha denunciati. Alla vigilia del processo gli Agro’ avrebbero chiesto il favore a Salvatore Fragapane. Ad uccidere Mariano Mancuso sarebbe stato Maurizio Di Gati, e fu il suo primo omicidio, il battesimo del fuoco. Insieme a Di Gati vi sarebbe stato anche il defunto Giuseppe Macaluso.
I tentati omicidi contestati sono :
Luigi Cipolla, a Racalmuto, in via Garibaldi, l’11 agosto del 91. Ignazio Gagliardo e’ a bordo di una Vespa. Pietro Rizzo e’ seduto dietro e spara colpi di fucile calibro 12 contro Cipolla.
Giuseppe Castiglione, a Racalmuto, il 4 ottobre del 92. Ignazio Gagliardo guida una Fiat Uno e Giuseppe Fanara spara colpi di pistola contro Castiglione.
Maurizio Rinallo, tra Grotte e Racalmuto il 15 gennaio del 92, e’ inseguito da un’auto dal cui interno sparano. Dentro l’automobile sono seduti Giuseppe Fanara, Joseph Focoso, Gerlandino Messina e Calogero Castronovo.


30 luglio, il Tribunale di Palermo condanna a 30 anni di reclusione il pentito di Sant’Angelo Muxaro, Giuseppe Vaccaro, accusato di mafia e del duplice omicidio dei fratelli di Sant’Angelo Muxaro, Vincenzo e Salvatore Vaccaro Notte. Inflitti, inoltre, 7 anni a Stefano Iacono, di Santa Elisabetta, imputato di associazione mafiosa, e 3 anni e 3 mesi a Calogero L'Abbate, di Porto Empedocle, accusato di detenzione di armi.

1 agosto, attentato intimidatorio a Racalmuto, in via Garibaldi, dove ignoti sparano numerosi colpi di fucile e di pistola calibro 9 contro la saracinesca della pescheria di Carmelo Freddoneve, 46 anni, di Porto Empedocle, che da poco tempo lavora in paese. Il locale e’ di proprieta’ di Santo Farrauto, di Racalmuto.

2 agosto, attentato intimidatorio a Santa Elisabetta dove ignoti tagliano le 4 ruote di un’automobile dei Vigili urbani posteggiata davanti agli Uffici comunali.

2 agosto, grave incidente stradale lungo la statale 640, nei pressi dello svincolo per Caltanisetta. Muore Liborio Bartolomeo, 45 anni, originario di San Biagio Platani, alla guida di una Hyundai che si scontra con una Ford Escort.

3 agosto, attentato intimidatorio a Ribera, nella localita’ balneare cosiddetta Seccagrande. Ignoti forano le quattro ruote della Fiat Stilo di Luigi Coniglio, 47 anni, sposato, padre di 2 figli, Consigliere comunale dei Democratici di sinistra.

4 agosto, incidente stradale mortale lungo la statale 626, tra Licata e Ravanusa, dove una Fiat Brava si scontra contro un Furgone Daily. A bordo dell’automobile, Pierluigi D’Antona, 19 anni, e Carmelo Di Rosa, 20 anni, entrambi di Ravanusa, muoiono sul colpo. A bordo del Furgone e’ ferito Amedeo Terrana, 37 anni, di Canicatti’, che muore il 16 agosto all’Ospedale di Enna.

4 agosto, a Licata i Carabinieri e la Polizia arrestano Riccardo Corvo, 31 anni, di Palma di Montechiaro, e Salvatore Sardone, 38 anni, di Licata, sorpresi nella localita’ balneare Marianello, al Lido Cannizzaro, intenti a tentare di estorcere denaro, sotto la minaccia di una pistola, ad alcuni extracomunitari dipendenti dello stesso Lido Cannizzaro. Corvo oppone resistenza, minaccia e aggredisce le Forze dell’ordine. Sardone tenta la fuga ma e’ subito acciuffato. Corvo butta in mare la pistola. L’arma, una calibro 7 e 65 con la matricola abrasa, e’ recuperata.

4 agosto, a Licata la Polizia arresta Salvatore Paraninfo, 19 anni, accusato di aver rapinato la pensione ad un anziano sorpreso fuori l’Ufficio postale di via Gela.


6 agosto, Palma di Montechiaro ancora nel ciclone delle intimidazioni. In piazza Longo, al Villaggio Giordano, ignoti bruciano il portone d’ingresso dell’abitazione di un operaio, Mario Scerra, 41 anni. Ed a Licata, in Corso Serrovira, e’ incendiata l’automobile, una Toyota, di Francesco Aronica, 38 anni.


7 agosto, intimidazione a San Giovanni Gemini nelle campagne al confine con Cammarata. Ignoti incendiano un mezzo cingolato all’interno del fondo di Andrea Alongi. Nelle campagne di Menfi sono tagliate 360 piante di vite. Il terreno e’ di Giuseppe Cavezza, 70 anni.

7 agosto, alcuni massi franano dal costone della spiaggia di Punta Bianca, ad Agrigento, e colpiscono una donna di mezza eta’, provocandole delle ferite e costringendola al ricovero in Ospedale.

8 agosto, presunto attentato intimidatorio a danno di un locale pubblico alla sesta spiaggia del Viale Delle Dune a San Leone. Intorno alle 6 del mattino il fuoco si scatena su di una parete esterna del locale. Il tempestivo intervento del Proprietario e dei Vigili del fuoco scongiura danni maggiori. Quasi certa la matrice dolosa delle fiamme. In prossimita’ della parete incendiata, infatti, sono rinvenute tracce di liquido infiammabile.

8 agosto, la Procura di Agrigento indaga su di un giallo, un rompicapo di apparente stampo intimidatorio. Ad Agrigento e’ rubata l’automobile del senatore della Margherita, Benedetto Adragna. L’auto sarebbe stata prelevata con un carro attrezzi. Dopo poco tempo, il mezzo, del tutto intatto e senza alcuna forzatura, e’ scoperto davanti l’abitazione estiva del Consigliere della Margherita, Giuseppe Arnone. Nell’ambito delle indagini gli inquirenti riservano particolare attenzione a delle lettere di minacce che il senatore Adragna ha ricevuto nel recente passato ed in cui lo stesso Adragna sarebbe stato colpevolizzato per avere consentito l’ingresso nella Margherita di Giuseppe Arnone.

8 agosto, la Guardia di Finanza e la Procura di Agrigento sequestrano beni per 1 milione e 500 mila euro a Salvatore Longo, 54 anni, di Cammarata. Si tratta di 15 appezzamenti di terreno per complessivi 60 ettari, 9 fabbricati, 4 conti correnti bancari e 3 libretti di deposito. Longo e’ ritenuto affiliato a Cosa nostra ed avrebbe partecipato al sequestro di Giuseppe Di Matteo, figlio del pentito Santino. Su Longo gravano le dichiarazioni dei collaboratori Ciro Vara, Luigi Putrone e Maurizio Di Gati.

10 agosto, incidente stradale alla periferia di Canicatti’, in contrada Calici. Un tunisino di 33 anni, Nizar Chagour, a bordo di una moto, perde il controllo del mezzo, si schianta contro il gard rail e poi si ribalta in un terreno. Nonostante indossasse il casco il giovane muore al Pronto soccorso dell’Ospedale di Canicatti’ a causa dello sfondamento della cassa toracica.

10 agosto, naufragio di clandestini tra Lampedusa e Malta. Una nave da crociera spagnola recupera in acqua 13 immigrati che raccontano: ‘’ 15 nostri compagni sono dispersi in mare ‘’. Due giorni dopo affiora a galla un cadavere. Poi ancora altri 7. Poi altri 5.

11 agosto, i Carabinieri scoprono il cadavere, in avanzato stato di decomposizione, di Giuseppe Cortese, 50 anni, di Sciacca, il paziente della Casa di cura ‘’Villa degli Angeli’’ di Favara ricercato dallo scorso 8 agosto. Cortese sarebbe precipitato in una scarpata, da un’altezza di circa 20 metri, in via Delle Orchidee, alla periferia della citta’.

12 agosto, a Cattolica Eraclea, in contrada Lavanghe dell’Oglio, il fuoco, di quasi certa origine dolosa, brucia un deposito di prodotti per l’agricoltura adibito alla vendita di zolfo e concimi. Il locale e’ di proprieta’ di Pasquale Spagnolo, 44 anni.

13 agosto, un formicaio vicino casa. E allora un bidello di Palma di Montechiaro, Giuseppe Manazza, 52 anni, incendia dei fogli di carta contro le formiche. Il fuoco pero’ lo assale, tanto da provocargli ustioni sul 70 per cento del corpo. Il ricovero prima in Ospedale ad Agrigento e poi al Centro Ustionati del ‘’Cannizzaro’’ di Catania dove Manazza muore.

14 agosto, a Licata la Polizia arresta Riccardo Corvo, 31 anni, presunto responsabile di furto, violenza, minacce, tentata estorsione aggravata dall’uso della pistola a danno della Societa’ ‘’Dedalo Ambiente’’ e di una coppia di rumeni.

19 agosto, a Raffadali i Carabinieri arrestano i fratelli Domenico e Pietro Sicurello, di 47 e 43 anni, sorpresi all’interno della propria abitazione, in via Della Ferrovia, in possesso di 200 grammi di marijuana essiccata e divisa in dosi gia’ pronte per essere spacciate. Scoperte anche alcune piantine di canapa indiana.

19 agosto, una ragazza di 24 anni di Raffadali si suicida lanciandosi dal viadotto Morandi, tra Agrigento e Porto Empedocle. Il fidanzato, poco distante in automobile, assiste impotente a quanto accade e quando arriva sul posto e’ ormai troppo tardi.

20 agosto, presunto attentato intimidatorio ad Agrigento, al Viale della Vittoria, dove il fuoco si scatena all’interno del negozio di abbigliamento ‘’Di Francesco Grandi firme’’.

20 agosto, la Polizia arresta Marco Cavaleri, 24 anni, di Licata, pescivendolo ambulante, sorpreso in possesso di 1.250 euro false, tra banconote di 20, 50 e 100 euro.

20 agosto, dopo una lunga malattia muore in una clinica di Roma Salvatore Di Gioia, 55 anni, di Canicatti’, ritenuto tra i capi della famiglia mafiosa del Paese dell’Uva Italia. Di Gioia, condannato a 6 anni di carcere per associazione mafiosa, e’ stato arrestato il 14 luglio del 2002 nell’ambito del blitz cosiddetto Cupola, ed il 29 marzo del 2004, il giorno dell’operazione Alta mafia.

20 agosto, dopo 13 giorni di coma muore all’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, Gabriele Agostino Nicolosi, 25 anni, originario di Agrigento ed investito da un’automobile ad Aragona domenica 5 agosto.

20 agosto, presunto attentato intimidatorio a Ravanusa, in via Garibaldi 4, dove ignoti avrebbero appiccato il fuoco alla villetta di un imprenditore che si occupa di climatizzatori, Angelo Gangi, 65 anni.

21 agosto, durante la notte all’Ospedale di Agrigento sono espiantati alcuni organi di una ragazza di 20 anni, Rosamaria Inguanta, di Palma di Montechiaro, vittima di una embolia polmonare. I genitori autorizzano l’espianto di fegato, reni e cornee. L’intervento e’ compiuto dai medici della Rianimazione di Agrigento e dell’Ismet di Palermo.

21 agosto, tentato omicidio poco prima della mezzanotte, a Licata, in via Francesco Cannarella, all’angolo con via Palma, dove Calogero Bona, 36 anni, bracciante agricolo, incensurato, sposato con figli, al volante della sua Fiat Uno bianca, e’ colpito e ferito gravemente da 5 proiettili di pistola calibro 7 e 65.


21 agosto, ad Agrigento, al Villaggio Mose’, all’agenzia della Banca del Monte dei Paschi di Siena, lungo il Viale Leonardo Sciascia, due malviventi, travisati al volto e armati di pistole e coltelli, prima minacciano e rinchiudono nel bagno i dipendenti e poi razziano le casse.

21 agosto, a Naro i Carabinieri arrestano Giacomo Scanio, 23 anni, accusato di avere svaligiato un’abitazione privata rubando dei gioielli in oro. A casa di Scanio, oltre alla refurtiva, sono scoperte anche 4 piantine di canapa indiana.

22 agosto, probabile altra sciagura del mare a largo di Lampedusa. Un motopesca salva un immigrato sorpreso a nuotare ad 80 miglia dalla costa. L’uomo e’ interrogato a Lampedusa dalla Guardia costiera e racconta di essere partito con altri 45 compagni, compresa una donna, dalla Libia. L’immigrato, originario della Mauritiana, si e’ salvato perche’ si e’ aggrappato ad una tavola di legno della barca che sarebbe naufragata lunedi’ 20 agosto. Altri due immigrati si sono aggrappati ad altre tavole. Poi, esausti, sono annegati. Tra i 45 dispersi vi sono immigrati del Marocco, del Ghana e della Nigeria.

23 agosto, tre malviventi, travisati e armati di taglierino, minacciano i dipendenti e rapinano l’Agenzia del Banco di Sicilia a Naro. Il bottino ammonta a 5mila euro.

23 agosto, Onofrio Papia, 50 anni, di Favara, emigrato in Germania, muore annegato nel mare di San Leone.

24 agosto, attentato intimidatorio durante la notte a Palma di Montechiaro dove ignoti sparano 3 colpi di fucile calibro 12 contro una Wolskwaghen Tuareg, parcheggiata in piazza Spagna, intestata a Gaetana Incardona, 25 anni, e con targa tedesca. La donna e’ componente di una famiglia di ristoratori da anni emigrata per lavoro in Germania, nei pressi di Francoforte.

24 agosto, una banale discussione, i classici ‘’futili motivi’’. Poi uno aggredisce l’altro, che peraltro e’ suo cugino, armato con una forbice ed un pesante mestolo da cucina. A Palma di Montechiaro la Polizia arresta Matteo Rallo, 25 anni, accusato di lesioni personali aggravate dall’uso di armi improprie a danno del cugino, ricoverato in Ospedale a Licata.

27 agosto, un pescatore di Sciacca, Ignazio Catanzaro, 30 anni, e’ scoperto cadavere dal padre a bordo del peschereccio di famiglia. I Carabinieri privilegiano l’ipotesi del suicidio. Ignazio Catanzaro e’ fratello di Riccardo, morto vittima di un incidente stradale l’ 11 luglio del 2004 quando, a bordo della propria automobile, e’ precipitato in mare dal Viale delle Terme insieme al compaesano Salvatore Ciancimino, anche lui morto.

28 agosto, operazione fiscale della Guardia di Finanza di Agrigento. Denunciati alla Procura della Repubblica due imprenditori edili di Cammarata e San Giovanni Gemini, Giovanni Lupo e Vito Lo Scrudato, che avrebbero evaso il fisco per 50 milioni di euro.

28 agosto, un’ altra sciagura, l’ennesima, sembra profilarsi all’orizzonte del Canale di Sicilia. A Lampedusa approdano 264 immigrati clandestini che durante il viaggio hanno soccorso, a circa 50 miglia dall’isola, un immigrato del Ghana, di 20 anni, che nuotava con addosso un salvagente e che ha raccontato di essere partito dalla Libia insieme ad altri 45 africani tra cui 4 donne, di cui una incinta, e 4 minori. Sabato 25 agosto si e’ rotto il motore e poi la barca si e’ capovolta. Il ventenne ha nuotato verso terra seguendo la rotta degli uccelli. Gli altri 45 sono ufficialmente dispersi in mare.

31 agosto, incidente sul lavoro al Cimitero comunale di Porto Empedocle. Due operai, Francesco Troia, 43 anni, ed Angelo Bartolomeo, 41 anni, precipitano nel vuoto da una impalcatura alta 6 metri. Feriti ma salvi.
 


---------------
j'ai le verso...la censure n'est que  pour la realité ou la verité...
n°787130
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:22:19  profil
 

Tigrou311 a écrit :

Citation:

Je l'espère, mais en restant objectif, on va avoir beaucoup de mal à revenir sur la Roma (trop de matchs perdus avec des erreurs bêtes).

le scudetto pour la saison prochaine.. Cette saison j'avais prédit une place en champions..directe ou en passant par les qualifs  ;)
Tiens à ce propos, Platoche a fait passer son projet de réduire le nombre de places qualificatives??
Citation:

Milan c'est un peu différent, en sachant que la défense est trop vieille, là Milan doit vraiment se mettre en quête des successeurs de Maldini & co...

Tout le monde le dit, il n'y a qu'Iznogoud et le grand Vizir pour ne pas le voir.. un labrador qu'il leur faut..  ;)



J'ai peu suivi ce qui a été dit, mais apparament ca serait pour favoriser les pays moins en vue (pays de l'est?), concernant la réduction de places qualificatives, il veut revenir doucement à l'ancienne formule je crois. Je suis honnête j'ai pas trop suivi cette info mais c'est ce quei me vient à l'esprit.
 

n°787135
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:23:40  profil
 

oups j'avais pas vu que t'avais demandé si c'était passé.lol.aucune idée tigrou dsl.

n°787137
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:24:23  profil
 

cdm1 a écrit :

Mais quel retour de flamme ?

ça fait 1 an et demi que vous trollez et provoquez sur ce forum, faut pas vous attendre à mieux bordel.




moi en tous cas je m'attends pas à mieux de ta part, c'est impossible  lol:{}  hello:{}
 


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787139
machiavell​o
t'as le recto...
Posté le 05-03-2008 à 15:24:35  profil
 

cdm1 a écrit :

Mais quel retour de flamme ?

ça fait 1 an et demi que vous trollez et provoquez sur ce forum, faut pas vous attendre à mieux bordel.

Fais pas comme si 15 topics anti-français sur un forum français sont plus "normaux" que 1 topic "anti-italien"

Sérieux question respect, essaye un peu d'être objectif. Pendant 2 mois après la coupe du monde, on avait 20 topics par jour à dire "zidane terroriste", des photos de la tour eiffel dans la m*****... et ça continue encore aujourd'hui

Faut pas rigoler. On fera 1% de ça sur un forum italien, tu serais le premier à crier à l'incident diplomatique



vous l'avez fait de 1998 a 2002  pfff:{}  fou:{}  lol:{}
 


---------------
j'ai le verso...la censure n'est que  pour la realité ou la verité...
n°787145
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:26:20  profil
 

machiavello a écrit :

vous l'avez fait de 1998 a 2002  pfff:{}  fou:{}  lol:{}



c.a.d durant la période du foot french, de sa naissance à sa mort  lol:{}  


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787149
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:27:11  profil
 

cdm1 a écrit :

Mais quel retour de flamme ?

ça fait 1 an et demi que vous trollez et provoquez sur ce forum, faut pas vous attendre à mieux bordel.

Fais pas comme si 15 topics anti-français sur un forum français sont plus "normaux" que 1 topic "anti-italien"

Sérieux question respect, essaye un peu d'être objectif. Pendant 2 mois après la coupe du monde, on avait 20 topics par jour à dire "zidane terroriste", des photos de la tour eiffel dans la m*****... et ça continue encore aujourd'hui

Faut pas rigoler. On fera 1% de ça sur un forum italien, tu serais le premier à crier à l'incident diplomatique



Je pense juste que pour du foot, c'est arriver à des proportions inimaginables...en Italie on a été sali, tu peux pas dire le contraire. Je l'ai vécu moi-même, je t'avais déjà dis ce qui était arrivé à mon ami italien à Paris...y'avait autant de topics "zidane terroriste" que "materazzi terroriste" ou "italie pays de mafieux"...tricheurs, simulateurs, voleurs, truqueurs..à un moment moi aussi j'avais suivi le mouvement...faut comprendre..et ca recommencera en juin..malheureusement..

n°787152
canistrell​u3
FORZA ITALIA E FORZA JUVE
Posté le 05-03-2008 à 15:28:40  profil
 

Tigrou311 a écrit :

et c'est là qu'on me parle de rajeunir l'effectif..
Ca se préciserait pour Zambrotta, d'après les infos venant de membre de mon forum "inactif"...  hello:{}
tjs en grande forme mazinga...  ;)



et drogba peut être


---------------
tatiana_9_2:3 Chi vol fare el stronzo massa grosso ghe vien le làgreme ai oci
n°787154
juventinos​empre
Posté le 05-03-2008 à 15:28:54  profil
 

hernan a écrit :

mais de toute facon ya pas d'italiens ici........juste des jeunes mal ds leur peau qui s'invente une autre vie...parce ke ca vas pas a la maison ...papa est alcoolik maman suce toute la ville...ca les aident a exister.....




Hernan ca fait 50 fois qu'on te dis de pas étaler ta vie privée sur le forum... :o  

 Page :   1  2
Page Précédente

Aller à :
   FORUM Sport » Football »

APRES LE MULTIPSEUDO, les FRENCHS inventent